Periodico bimestrale
Anno XX, numero 94
Sett./Ottobre
ISSN 1128-3874
BIOMECCANICA

Digital twin e In Silico trials: la medicina del futuro

SIMONA CELI

Stampa

Si è da poco concluso il IX Congresso Nazionale di Biomeccanica promosso dal Capitolo Italiano della Società Europea di Biomeccanica. L’appuntamento di quest’anno è stato ospitato nella bella città di Bologna ed ha visto come tema del simposio tematico quello della Biomechanics for in silico clinical trials. Il tema trattato è di assoluta importanza ed attualità. Negli ultimi dieci anni, infatti, la crescente affidabilità e le migliorate prestazioni di modelli computazionali hanno cambiato l’approccio ai test clinici.
Nuovi trattamenti farmacologici, nuovi dispositivi, nuove tecniche chirurgiche sono testati, attraverso prove cliniche, in-silico con frequenza sempre più crescente.  Il mondo dell’in-silico è uscito dai laboratori ed è arrivato all’FDA e all’ASME uscendoci con regole e normative su come arrivare in clinica. In questo simposio tematico abbiamo avuto un’ampia panoramica delle sperimentazioni cliniche in-silico in corso, in vista della sfida futura del mondo della ricerca e dall’industria.
Il congresso di Bologna ha visto la partecipazione di 99 ricercatori di cui quasi la metà giovani ricercatori. Sotto il sole delle due torri si sono susseguite 37 presentazioni orali, tenute per lo più da giovani dottorandi italiani, e sono stati presentati 35 poster. Alla già elevata qualità dei lavori esposti dai nostri giovani ricercatori italiani si sono aggiunte tre importanti letture plenarie di alto profilo internazionale, unendo ancora di più il mondo accademico con quello dell’industria grazie ad un talk tenuta dal CEO di Insilicotrials ed alla presenza di altri importanti sponsor industriali. L’internazionalità del congresso Italiano è oramai una realtà, dimostrata dall’alta affluenza di ricercatori stranieri a conferma dell’elevato valore della ricerca condotta in Italia. Una delle azioni del Capitolo Italiano della Società Europea di Biomeccanica è proprio quella di promuovere i giovani ricercatori: anche quest’anno sono stati premiati i lavori nelle categorie della miglior tesi di laurea, della miglior presentazione tematica, della migliore presentazione generale e il miglior poster. Anche qui il ruolo dell’industria è stato di fondamentale importanza grazie a due premi sponsorizzati dai partner industriali. Pronti per la X edizione? Ci vediamo a Massa il prossimo anno!

Ing. Simona Celi
Responsabile BioCardioLab
Fondazione Toscana G. Monasterio
Ospedale del Cuore – Massa

« Indice del n. 94