Periodico bimestrale
Anno XX, numero 94
Sett./Ottobre
ISSN 1128-3874

“MAXICULTURE” promuove le iniziative nel campo della cultura digitale

N. 66 – gennaio/febbraio 2015

Stampa

Le tecnologie digitali offrono opportunità straordinarie per conservare, accedere e diffondere il nostro patrimonio culturale. Quali sono però gli impatti socioeconomici e tecnologici? Il progetto Maxiculture fornisce una serie di strumenti per misurare l’impatto socioeconomico e tecnologico dei progetti, suggerendo modi per sfruttare al meglio le TIC nel settore del patrimonio culturale.
Diversi progetti scientifici nel campo della cultura digitale digitalizzano il patrimonio culturale, rendendolo accessibile a molti in modo creativo e proteggendone allo stesso tempo il contenuto. Spesso i risultati non vengono tuttavia sfruttati al massimo delle loro potenzialità. Maxiculture propone due strumenti per agevolare questo processo: uno strumento di valutazione e una piattaforma comunitaria di servizi.
 “Il patrimonio culturale è un settore ampio,” dice George Ioannidis, direttore di IN2, l’azienda, partner del progetto, fornitrice della tecnologia della piattaforma Maxiculture. Le attività comprendono la scansione di libri, lo sviluppo di strumenti per la narrazione digitale, strumenti per accedere a collezioni di documenti multimediali, il sostegno alla collaborazione di musei e biblioteche, e così via.
“Lavorare con partner di tutta l’UE è stato molto utile per avere una visione più chiara di questo vasto settore”, spiega Ioannidis. I partner internazionali (Eurokleis, T6, VDJ e IN2) hanno collaborato con esperti europei nel campo del patrimonio culturale digitale, i quali hanno contribuito a dare forma allo strumento di valutazione e a migliorare la piattaforma della community. Maxiculture, che si è concluso alla fine del 2014 ed è stato sostenuto con 600.000 euro di finanziamenti dall’UE, offre anche una piattaforma comunitaria di servizi che crea automaticamente collezioni di post pubblicati dai progetti sui social media, insieme ad articoli, file audio-video e foto caricate sul loro sito web.

« Notizie