Periodico bimestrale
Anno XIX, numero 87
Lug./Ago. 2018
ISSN 1128-3874

NEL 2017 L’ITALIA HA SOFFERTO LA SETE: SECONDO ANNO PIÙ “SECCO” ALMENO DAL 1961

N. 87 – Lug./Ago. 2018

Primavera ed estate 2017 con caldo record, seconde solo a quelle del 2003 - Temperatura superficiale dei mari sempre superiore ai valori normali, picco di anomalia a giugno (+2.2°C) - SNPA presenta il Rapporto “GLI INDICATORI DEL CLIMA IN ITALIA NEL 2017”

Stampa

La caratteristica prevalente del clima in Italia nel 2017 è stata la siccità, che ha interessato gran parte del territorio nazionale, causando gravi problemi di gestione delle risorse idriche in molte regioni. Con una precipitazione cumulata media in Italia al di sotto della norma del 22% circa, il 2017 si colloca al 2° posto, appena dopo il 2001, tra gli anni più “secchi” dell’intera serie dal 1961. Con un’anomalia della temperatura media di +1.20 °C, il 2017 - a livello globale sulla terraferma - è stato il 3° anno più caldo della serie storica dopo il 2016 e il 2015; in Italia il valore è, invece, di +1.30°C e colloca il 2017 al 9° posto dal 1961.   
Il Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente – SNPA rende disponibile online sul sito dell’ISPRA il XIII rapporto “Gli indicatori del clima in Italia” (www.isprambiente.gov.it). Il documento illustra l’andamento del clima nel corso del 2017 e aggiorna la stima delle variazioni climatiche negli ultimi decenni in Italia. Il Rapporto è frutto di dati, statistiche, indici e indicatori climatici derivati dal Sistema nazionale per la raccolta, l’elaborazione e la diffusione di dati Climatologici di Interesse Ambientale (SCIA, www.scia.isprambiente.it), realizzato dall’ISPRA in collaborazione e con i dati degli organismi titolari delle principali reti osservative presenti sul territorio nazionale.

« Notizie