Periodico bimestrale
Anno XXII, numero 104
Maggio/Giugno
ISSN 1128-3874

Solar Impulse vola con la 3DExperience

N. 67 – marzo-aprile 2015

Stampa

Lo psichiatra e aviere svizzero Bertrand Piccard ha l’esplorazione nel sangue. Suo nonno, Auguste Piccard, fu il primo uomo a vedere la curvatura della Terra. Il padre, Jacques Piccard, scese in fondo alla Fossa delle Marianne, a 10.916 metri di profondità.

“Grazie a loro ho incontrato molti esploratori e pionieri,” ricorda Piccard. “Ho conosciuto Charles Lindbergh, Wernher von Braun, grandi personaggi che hanno fatto la storia. Come loro, volevo avere una vita interessante e utile”.

Nel 1999 Piccard compì il primo giro del mondo in mongolfiera senza interruzioni. “Sono partito con 3,7 tonnellate di propano liquido e sono atterrato 20 giorni e 45.000 chilometri dopo con 40 chili”, racconta. “Per tutta la durata del volo ho temuto di non avere abbastanza carburante, così ho deciso che il mio prossimo volo attorno al mondo sarebbe stato senza carburante”.

 

Alimentato dal sole

Negli anni successivi Piccard ha dedicato un numero indefinito di ore al suo progetto di circumnavigare il globo senza carburante.

“Se pensi a un aereo a energia solare in grado di volare giorno e notte senza una goccia di carburante, è la prova che possiamo realizzare cose impossibili con queste nuove tecnologie pulite”, afferma.

Nel 2003 Piccard unisce le forze con l’imprenditore e pilota svizzero André Borschberg, un ingegnere laureato in gestione aziendale e scienze presso il Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Cambridge, Massachusetts (USA), con oltre 20 anni di esperienza di volo nell’aviazione militare svizzera. I due fondano Solar Impulse, un team multidisciplinare di 50 esperti provenienti da sei Paesi, supportato da un centinaio di consulenti e 80 partner industriali, definendo una missione tanto impegnativa quanto visionaria. “Per volare notte e giorno solo con l’energia solare, un aeroplano deve avere un’apertura alare enorme,” dice Borschberg. “L’apertura alare di Solar Impulse misura 72 metri, più di un Boeing 747. Inoltre deve essere estremamente leggero: 2.300 chili contro i circa 333.000 di un 747”.

“Non avevamo alcun riferimento”, aggiunge Piccard. “Abbiamo dovuto sviluppare, concettualizzare e progettare un prototipo assolutamente rivoluzionario. E poi fabbricarlo, farlo funzionare e volare intorno al mondo. È un progetto veramente difficile, ma proprio per questo ci ha appassionato”.

 

Primi nella storia

Solar Impulse 1, completato nel 2010, ha compiuto il primo volo di 24 ore senza carburante nella storia dell’aviazione. Solar Impulse 2, ora impegnato nel giro del mondo nel 2015, doveva offrire prestazioni superiori con consumi ancora più bassi.

“Solitamente, per costruire un nuovo aeroplano si usano motori già esistenti; e se vuoi provare nuovi motori, usi un aeroplano già esistente”, spiega Borschberg. “Ma nel nostro caso il propulsore è nuovo, la fonte energetica è nuova, la struttura è nuova. Quindi, il livello di complessità è altissimo”.

Le tecnologie 3D hanno svolto un ruolo fondamentale nel progetto. “Quando abbiamo cominciato a progettare i comandi di volo, abbiamo parlato con un consulente molto esperto nella progettazione di aerei”, ricorda Borschberg. “Gli abbiamo detto che utilizzavamo solo software 3D per capire come integrare i comandi nelle ali e nella cabina. Ci rispose che nessuno l’aveva mai fatto. ‘Avrete un sacco di problemi, costruite prima un modellino.’ Abbiamo spiegato che credevamo in quello che stavamo facendo… ed è stato un successo”.

“Abbiamo i sistemi di supporto necessari per volare per cinque giorni e cinque notti”, spiega Piccard. “Ma devono funzionare tutti alla perfezione, pertanto continueremo a fare prove nei prossimi mesi”. La missione per il giro del mondo si svolgerà nell’arco di cinque mesi nel 2015, dall’inizio di marzo alla fine di luglio.

L’aereo completerà un cerchio appena a nord dell’Equatore.

Per cambiare pilota sono previsti scali in India, Myanmar, Cina, Stati Uniti, Europa del Sud e Africa Settentrionale.

Tratto da Compass mag Nr. 06

per gentile concessione

— (Compass)

« Notizie